Il Codice di Hammurabi

STORIA » La fonte scritta

I POPOLI DELLA MESOPOTAMIA - I Babilonesi

Il Codice di Hammurabi

1 Leggi il testo e rispondi alle domande.

Il re babilonese Hammurabi emanò 282 leggi per regolare le dispute dei suoi cittadini, le fece incidere su stele di pietra e le fece esporre in ogni città del regno di Babilonia, affinché tutti potessero vederle. Questa raccolta di leggi prese il nome di "codice" e applicava la “legge del Taglione”, che si basava sul principio che chi aveva subito un danno da una persona, poteva infliggere a quella persona un danno uguale a quello patito. A seconda della classe sociale a cui apparteneva il colpevole, però, venivano applicate pene diverse. Nella società babilonese, infatti, c'erano i cittadini liberi, ovvero nobili e cittadini che svolgevano attività autonome, i cittadini comuni e gli schiavi: solo i primi godevano di piena libertà e venivano puniti meno severamente se commettevano un reato nei confronti di persone delle classi inferiori.

2 Collega ciascuna colpa alla sua punizione secondo il Codice di Hammurabi.

Se qualcuno durante una lite ferisce un uomo
Se qualcuno cava un occhio a un altro
Se qualcuno cava un occhio di uno schiavo altrui
Se qualcuno spezza i denti di un altro di pari condizione
Se qualcuno rompe un osso a un altro
Se una casa malcostruita crolla e il suo proprietario muore
dovrà pagare la metà del prezzo dello schiavo.
gli si dovrà rompere un osso.
dovrà avere spezzati i denti.
il costruttore dovrà essere condannato a morte.
gli si dovrà cavare un occhio.
dirà: "Non l'ho ferito volontariamente" e pagherà le cure.

3 Hammurabi è ricordato come il re "legislatore". Cosa significa questa parola? Cercala sul dizionario e scrivi il suo significato.

Legislatore:  

Competenza

Comprendo le fonti scritte e ne individuo le caratteristiche.

SUSSIDIARIO p. 26