Il mito della fondazione di Babilonia

STORIA Miti e leggende > I POPOLI DELLA MESOPOTAMIA I Babilonesi Il mito della fondazione di Babilonia I miti e le leggende sono racconti di fantasia che i popoli antichi, non avendo le conoscenze scientifiche necessarie, narravano per spiegare l'origine del mondo, le caratteristiche della natura e i comportamenti degli uomini. O Competenza Comprendo il mito e ne individuo le caratteristiche. SUSSIDIARIO p. 26 1 Questo antico mito babilonese narra la creazione del mondo da parte del dio Marduk e la fondazione della città di Babilonia. Leggi il testo e collega le frasi, ricavando le informazioni dal testo. Segui l'esempio. Nell'universo regnava il caos e il dio Marduk, che era forte e sapiente, voleva mettere ordine, ma la malvagia dea Tiamat gli si opponeva, aiutata da una schiera di divinità terribili. Marduk combatté contro Tiamat e riuscì a sconfiggerla, poi divise il suo corpo in due parti: con una metà formò la cupola del cielo, con l'altra metà formò le fondamenta della terra, mentre con i suoi occhi creò il Tigri e l Eufrate. Infine Marduk assegnò a tutti gli altri dei i loro compiti e creò Rappresentazione il Sole, la Luna e le stelle. della Torre di Babilonia. Dopo qualche tempo, però, gli dei iniziarono a lamentarsi perché Marduk non aveva affidato a nessuno il compito di servirli e sostenerli. Marduk allora prese il sangue di Kingu, figlio di Tiamat e capo del suo esercito, lo mescolò all argilla e ne fece un fantoccio, che chiamò Uomo, destinato a servire gli dèi. Gli dèi soddisfatti, per mostrare a Marduk la loro gratitudine, gli costruirono un tempio sulla terra. I lavori durarono per due anni interi ed al terzo anno fu innalzata la città di Babilonia. In seguito, il re Hammurabi stabilì che Marduk venisse venerato in tutta la Mesopotamia come massima divinità. Marduk combatté contro Tiamat per creare il cielo e la terra. Gli uomini vennero creati per mostrare gratitudine a Marduk. Babilonia venne fatta costruire dagli dei per riportare l'ordine. Marduk fu venerato in tutta la Mesopotamia per creare il Tigri e l'Eufrate. Marduk divise il corpo di Tiamat in due parti perché gli dei avessero dei servitori. Marduk usò gli occhi di Tiamat perché lo volle il re Hammurabi. 6