Pagina 87

CLASSE 3a   I racconti della Bibbia

L’uscita dall’Egitto

Il giorno prima della partenza dall’Egitto, la Bibbia racconta che gli ebrei seguirono le indicazioni date da Dio: arrostirono un agnello e lo mangiarono con pane azzimo ed erbe amare; consumarono la cena in fretta, con i sandali ai piedi e il bastone in mano, pronti a partire. Segnarono con il sangue dell’agnello le porte delle loro case, così l’angelo del Signore passò oltre, risparmiando i loro primogeniti. Poi, guidati da Mosè, gli ebrei si misero in cammino per tornare nella loro terra.

Il Faraone però si pentì della decisione che aveva preso e li inseguì con i suoi soldati. Quando gli ebrei giunsero sulle rive del Mar Rosso, Dio operò un grande miracolo: aprì le acque del mare per fare in modo che gli ebrei potessero passare dall’altra parte, mentre i soldati del Faraone che li inseguivano vennero travolti dalle acque. Gli ebrei sentirono che il Signore Dio proteggeva il suo popolo e gli era accanto. Allora innalzarono a lui un canto di ringraziamento:

«Voglio cantare al Signore,

perché ha mirabilmente trionfato:

cavallo e cavaliere ha gettato nel mare.

Mia forza e mio canto è il Signore,

egli è stato la mia salvezza.

È il mio Dio: lo voglio lodare,

il Dio di mio padre: lo voglio esaltare!».

Esodo 15,1-2

STORIA • GEOGRAFIA PAG. 121 E 122