Alla scoperta delle… Piramidi di Giza

Alla scoperta delle…

Piramidi di Giza

Questa illustrazione rappresenta il cantiere di costruzione delle piramidi di Giza in Egitto.

Le piramidi sono le tombe dei primi faraoni. Sono enormi costruzioni in pietra dove venivano sepolte le mummie dei faraoni in sepolcri maestosi.

Le piramidi sorgevano tutte sul lato sinistro, verso ovest, del fiume Nilo. Gli antichi Egizi, infatti, credevano che l’oltretomba si trovasse dove tramontava il Sole, quindi a ovest.

La realizzazione di queste costruzioni durava molti anni: i sacerdoti e gli architetti iniziavano quindi a progettarle appena il faraone saliva sul trono.


  • 1 Gli operai egizi stanno costruendo la terza piramide, quella dedicata al faraone Micerino.
  • 2 Questa piramide è quella del faraone Cheope. È la più grande tra le piramidi, è alta ben 147 metri ed è composta da quasi due milioni e mezzo di blocchi di pietra.
  • 3 Questa è la piramide del faraone Chefren. Vicino si trova la sfinge, una gigantesca statua di pietra con la testa di uomo e il corpo di leone.
  • 4 In questo villaggio vivono gli operai che lavorano alla costruzione delle piramidi.
  • 5 I blocchi di pietra delle piramidi provengono da cave a volte anche distanti più di 500 chilometri e sono stati trasportati sul Nilo.

In origine le piramidi erano rivestite con una pietra che ne rendeva la superficie liscia. Sulla cima della piramide di Chefren rimane una parte di questo rivestimento.

La Sfinge come appare oggi.

Sullo sfondo le piramidi di Giza.

I lavoratori posizionano i blocchi su slitte che scivolano su rulli di legno e che sono trascinate con la sola forza delle braccia.