Amico d'estate

RICORDI COMPRENDERE VACANZA UNdiTESTO Argomento generale Fatti principali Fatti secondari FATTI PRINCIPALI Per comprendere bene un testo, è importante cogliere l argomento generale trattato, cioè di che cosa si parla. I fatti principali forniscono informazioni fondamentali per la comprensione del testo. Amico d'estate Le amicizie che si creano in vacanza hanno sempre qualcosa di speciale. Norman abita nel Sussex, in Inghilterra, ma ha anche una casa qui in campagna, a due passi dalla nostra, e ci viene sempre da giugno a settembre, quando ci andiamo anche noi. Siccome io un nonno vero non ce l'ho - il papà della mamma abita lontanissimo e lo vediamo solo un paio di volte l'anno - ha cominciato a farlo lui. Stiamo insieme tutta l'estate. Naturalmente io ho anche i miei amici, quelli del paese che ritrovo tutti gli anni: Alcesti, Giuliana, Manuel, Cate, Steve, ma a un certo punto loro partono per le vacanze e io no, perché io ci sono già in vacanza, proprio lì in quel posto che per loro è il posto della vita di tutti i giorni. E insomma, di tempo ce n'è anche per stare con un adulto che è una specie di nonno. Facciamo un sacco di cose insieme, cose speciali, ma anche normalissime, come la marmellata di chi - lui è ssato con i chi, li raccoglie e li mangia tutti i giorni, io gli dico che un giorno si sveglierà con la testa a forma di co e lui allora ride - oppure guardiamo il DVD di un vecchio lm, magari uno di quelli in cui ha fatto delle particine. Cameos, le chiama lui. Vuol dire brevi apparizioni preziose. Era un attore di teatro, una volta, il cinema lo faceva per gioco. Oppure andiamo da qualche parte insieme sulla sua vecchia automobile verde, scassatissima e senza aria condizionata, tiriamo giù tutti i nestrini e la macchinetta si riempie di vento. Quando l'estate nisce ci salutiamo con la promessa di scriverci. Si fa così con le persone care lontane: ci si tiene in contatto. B. Masini, Amico d'estate, Edizioni EL 16